GARANTE dei DIRITTI dell’INFANZIA e dell’ADOLESCENZA

 

 

 

 

GARANTE dei DIRITTI dell’INFANZIA e dell’ADOLESCENZA del COMUNE di TREVIGLIO

 

Dite:
è faticoso frequentare i bambini.
Avete ragione.
Poi aggiungete:
perché bisogna mettersi
 al loro livello,
abbassarsi, inclinarsi, curvarsi,
farsi piccoli.
Ora avete torto.
Non è questo che più stanca.
È piuttosto il fatto di essere
obbligati ad innalzarsi
fino all’altezza
dei loro sentimenti.
Tirarsi, allungarsi,
alzarsi sulla
punta dei piedi.
Per non ferirli.

                      

Presentazione

Il Garante per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza del Comune di Treviglio è una figura istituita in seguito a una selezione pubblica.

Con decreto n. 13 del 18/11/2020 del Sindaco di Treviglio è stata nominata Maria Nicoletta Sudati quale Garante per il Comune di Treviglio. 

Il Regolamento per la disciplina del Garante è stato approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale nella seduta del 27/04/21.

 

Chi è

Nata a Treviglio, laureata in Pedagogia presso l’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, è iscritta alla Facoltà di Teologia dell’Italia Settentrionale-ISSR di Bergamo.

Ha lavorato nella scuola come docente di scuola primaria e secondaria e come Dirigente scolastico.

Narratrice del gruppo Tirit’Ere, ha frequentato corsi di teatro e di narrazione; è membro del Direttivo dell’associazione culturale Musica per Passione di Treviglio; fa parte del CdA della Fondazione Cassa Rurale-BCC cittadina; collabora con un giornale locale.

 

Di che cosa si occupa

Il Garante coordina la propria attività con il Garante Nazionale, istituito con Legge n. 112/2011, con il Garante Regionale, istituito con Legge della Regione Lombardia n. 6/2009. Collabora in modo particolare con il Garante di Bergamo.

Il Garante vigila a livello cittadino sull’applicazione della Convenzione ONU sui diritti del fanciullo del 20 novembre 1989, ratificata con Legge n. 176 del 27 maggio 1991, nonché della Convenzione sull’esercizio dei diritti dei fanciulli di Strasburgo recepita in Italia con Legge n. 77 del 20 marzo 2003, per quanto può rientrare nelle attribuzioni e nelle competenze del Comune di Treviglio.

In particolare favorisce e contribuisce alla promozione di una cultura basata sui diritti dell’infanzia e sulla centralità dei seguenti “principi generali” delineati dal ConvenzioneONU:

  •  non discriminazione (art. 2): tutti i diritti sanciti dalla Convenzione si applicano a tutti i minori senza alcuna distinzione di genere, nazionalità, origine etnica, lingua, religione o credo, convinzioni personali o politiche, caratteristiche genetiche, condizioni sociali o di salute, disabilità o altro fattoreidentitario;
  • superiore interesse del minore (art. 3): in tutte le decisioni, l’interesse del minore deve avere una considerazionepreminente;
  • diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo (art. 6): non solo deve essere tutelato il diritto alla vita, ma si deve garantire in primo luogo lo sviluppo delle persone di minoreetà;
  • partecipazione e rispetto per l’opinione del minore (art. 12): per determinare in che cosa consiste il superiore interesse del minore, egli deve essere ascoltato e la sua opinione deve essere presa inconsiderazione;

 

Il Garante ha altresì compiti di garanzia, tutela, sostegno e promozione del benessere delle persone di minore età in ambito urbano.

In particolare, il Garante ha il compito di promuovere la centralità dell’infanzia, della preadolescenza e dell’adolescenza nelle politiche del Comune di Treviglio, ponendosi dal punto di vista dei minori nei vari ambiti della vita cittadina che li riguardino.

 

Contatti

garanteinfanzia@comune.treviglio.bg.it

 

Link

Garante Bergamo

http://bambiniegenitori.bergamo.it/garante

Garante Regione Lombardia

https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/cittadini/diritti-e-tutele/garante-infanzia-adolescenza

Garante nazionale 

https://www.garanteinfanzia.org/